Qualità dell’aria compressa secondo ISO 8573-1

La serie di norme DIN ISO 8573 tratta la qualità dell’aria compressa in nove sezioni. Le sezioni da due a nove comprendono i metodi di prova. Nella prima parte, la norma classifica l’aria compressa in base alla quantità di impurità (particelle solide, acqua e olio) contenute nell'aria. La norma DIN ISO 8573-1 definisce le classi di qualità dell’aria compressa secondo:

Dimensioni e densità particelle

Definizione di dimensione e concentrazione delle particelle solide che possono essere contenute nell’aria compressa.


Contenuto di umidità

Definizione della temperatura alla quale il vapore acqueo, all’attuale pressione di esercizio, si trasforma in condensa (punto di rugiada in pressione).


Contenuto di olio

Definizione della quantità residua di aerosol d’olio e idrocarburi che possono essere contenuti nell’aria compressa.


La norma ISO8573-1 è la pubblicazione principale delle serie di standard, poiché specifica la quantità consentita di contaminanti per metro cubo di aria compressa. Nella norma ISO 8573-1, le particelle solide, l’acqua e l’olio sono considerati i tre principali inquinanti.

Per esprimere la classe di qualità specifica dell'aria compressa, si utilizzano tre cifre separate da due punti:

A - classe delle particelle (contaminazioni solide e liquide);
B - classe del tenore di umidità (gassoso) e di acqua (liquido);
C - classe del tenore complessivo di olio (liquido e gassoso).

Il gonfiaggio degli pneumatici, ad esempio, richiede la classe di qualità 2 per la concentrazione sia delle particelle solide che dell’olio, mentre la verniciatura con pistole a spruzzo e il taglio laser richiedono la classe 1. E' poi sufficiente un contenuto residuo di umidità di classe 4 per le applicazioni dell'aria meno esigenti, mentre processi più complessi e sensibili richiedono un'umidità di classe compresa tra 2 e 1.

Nelle nostre soluzioni per applicazione e per settore descriviamo la purezza dell'aria compressa necessaria a seconda del tipo d'impiego.

Sistemi di trattamento dell’aria compressa

Il nostro programma per l'aria compressa rappresenta in sintesi tutte le possibilità di trattamento: come ottenere una certa qualità dell'aria compressa e con quali prodotti.

L’aria compressa è un importante vettore energetico in quasi tutti i rami dell'industria. La qualità richiesta varia da un settore all'altro e da un'applicazione all'altra. Tuttavia il desiderio di processi di produzione ottimali, sistemi sicuri e operazioni efficienti in termini di costi è lo stesso per tutti. Noi soddisfiamo questi requisiti sul tragitto dal generatore di aria compressa all'applicazione con una tecnologia di trattamento sicura, affidabile e comprovata a livello mondiale. E assicuriamo il vostro successo!

Download

La qualità non è mai casuale

Le aziende devono affrontare grandi sfide nella produzione: la sicurezza dei processi e del prodotto dipende anche dalla qualità dell'aria compressa. Per questo motivo, deve essere garantito in ogni momento il trattamento migliore. Si può conquistare la fiducia dei consumatori solo assumendosi la responsabilità di garantire e controllare la qualità. Allo stesso tempo, la redditività dei processi determina la redditività futura dell'azienda. Una gestione energetica intelligente ha la massima priorità: nella produzione di aria compressa, i costi dell'energia spesso ammontano a più di tre quarti dei costi totali, quindi il potenziale di risparmio è considerevole. La tecnologia di misurazione di BEKO TECHNOLOGIES aiuta a identificare questi potenziali.

Misurazioni precise con METPOINT® DPM, PRM, FLM, LKD

METPOINT DPM

Misurazione del punto di rugiada in pressione

Per saperne di più…
METPOINT FLM

Misurazione della portata

Per saperne di più…
METPOINT PRM

Misurazione della pressione

Per saperne di più…
METPOINT LKD

Rilevazione delle perdite

Per saperne di più…